Parrocchia della Sacra Famiglia – Ferrara

Commento al Vangelo della Domenica

XI DOMENICA TEMPO ORDINARIO

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».

Il regno di Dio è come il seme che cresce…

C

on questa domenica, riprendiamo le domeniche del tempo ordinario. Riprendiamo il paragone di Gesù che oggi il vangelo riporta. Il Signore getta nel cuore il suo regno. La crescita è lenta come è lenta la crescita di ogni individuo. Una volta seminato nel cuore dell’uomo, misteriosamente il seme del regno si sviluppa da sé indipendentemente dalle nostre forze. In questo senso non possiamo dubitare del trionfo del regno di Dio sul male. Bisogna soprattutto non dubitare della realtà dell’azione di Dio nel mondo e nei nostri cuori. Gesù sa che il pericolo più grande per noi è quello di scoraggiarci, di abbandonare la via e di fermarci. Nel cuore di ognuno il Signore entra chiedendo il permesso. Per questo ci vuole tempo. Ognuno con il suo percorso, con le sue cadute e le sue ripartenze. Tante sono le vie che ci sono per arrivare a Dio, tante quante sono gli uomini. Il seme seminato in noi è una storia personale, che viviamo, coltiviamo o lasciare seccare, ed è solo quando il seme è coltivato che porta frutto, per divenire così pane da condividere, una fede che si trasmette, che accoglie l’altro, perché diventi con te, compagnia verso il regno dei cieli. Se nell’altare del nostro cuore non c’è la pazienza, verrà il vento a disperdere il sacrificio delle opere buone. Dove non si perde la pazienza, si conserva l’unità. Aver pazienza, lasciare che Dio entri nel nostro cuore e amare questo legame con Lui. Come riconoscere Dio nella nostra vita? Se esci dal tumulto delle cose esteriori, la tua anima si rasserena. Un’anima tranquilla è come l’acqua limpida in cui ci si può specchiare. Facciamo crescere il desiderio di questo amore completo di Dio. Dobbiamo desiderare il regno dei cieli, questa è la pace vera. Non la fine della sola sofferenza, non la fuga da questo mondo, ma la bellezza di una pienezza vera, di quella bellezza che rallegri pienamente il nostro cuore. È il desiderio di cercare Dio, la vera vocazione. Persino il peccato può divenire occasione di riconoscersi bisognosi di un amore più grande. Se ami Dio, trovi la strada in cui Lui si fa incontrare.

Don Marco

NEWS RECENTI

Pellegrinaggio vicariale
a S. Maria in Vado
domenica 13 maggio 2021

Orario: ritrovo 15.30, inizio alle 16 e conclusione alle 18.
Note di storia e di spiritualità del miracolo eucaristico
Preghiera. In ascolto della Parola e del Magistero
Adorazione eucaristica
Possibilità delle confessioni

Mese di giugno dedicato al Sacro Cuore di Gesù

La devozione al Sacro Cuore di Gesù nasce in Francia a Paray Le Monial, dopo una serie di visioni avute (1673 e 1675) da Santa Margherita Maria Alacoque, nel corso delle quali Gesù che ha chiesto il suo impegno per la istituzione di una festa dedicata al Sacro Cuore. Nel 1765, la Santa Sede autorizzò i l’episcopato polacco e l’arciconfraternita Roma del Sacro Cuore a celebrare questa Festa. Tuttavia solo nel 1856 il Papa Pio IX stabilì il culto universale di questa Festa, estendendola a tutta la Chiesa cattolica. Il culto e la devozione al Sacro Cuore di Gesù si sarebbe convertita nella seconda metà del secolo XX in una delle celebrazioni più feconde della religiosità e della pietà popolare. Certamente la devozione al Cuore di Gesù non è la celebrazione del culto di una parte anatomica del suo corpo; si tratta della devozione e del culto dello stesso Cristo Gesù e alla sua Persona, al suo essere il Figlio di Dio, il Redentore dell’uomo che con “cuore” infinitamente grande ha tanto amato i suoi da dare la vita per loro fino a morire in croce. Sulla croce quel cuore fu trafitto dalla lancia di un soldato e subito ne uscì sangue ed acqua, come ricordano i Santi Evangeli. L’oggetto della nostra adorazione dunque è il Figlio Unigenito del Padre, Gesù Salvatore e Redentore; a Lui si dirige la nostra preghiera. Canta la liturgia: “Venite adoriamo il Cuore di Cristo, ferito d’amore per noi”. La devozione al sacro Cuore di Gesù è la quintessenza del Vangelo e del piano di salvezza di Dio per l’umanità; per cui il culto al Sacro Cuore è adorazione a Cristo come espressione dell’amore di Dio. Parlare del Cuore di Gesù significa parlare della sua umanità, di Colui che ci ha “amato con cuore d’uomo”. Parlare del Cuore di Gesù è parlare dell’amore di Dio per gli uomini: “Ti ho amato con amore eterno!”

AVVISI

S. Messa prefestiva. - Dal 13 giugno la santa Messa celebrata il sabato alle 16 sarà sospesa fino all’autunno.
Sospensione catechesi settimanale. - Da domenica 6 giugno sospendiamo durante l’estate le  catechesi settimanali. Riprenderanno in settembre. Hanno inizio le attività estive del Grest e campi in montagna. Le attività formative e ricreative continuano… ma in modo diverso. 
A.C.R. - Da sabato 17 aprile riprendono gli incontri di catechismo e ACR per i bambini e ragazzi per tutte le età.
Santa Messa Vespertina - Dal 28 marzo la messa vespertina sarà celebrata alle 18,30 (non alle 17,30)
Apertura iscrizioni al doposcuola - Il servizio di extra-scuola è rivolto ai bambini e ragazzi che frequentano la scuola primaria. Offre spazi e tempi adeguati per l’assistenza e l’accompagnamento durante tutto l’anno scolastico. Personale dipendente ed alcuni volontari qualificati, sapranno coniugare l’attenzione e l’amore verso il bambino con le esigenze di professionalità ed esperienza educativa necessarie per la sua crescita… Leggi tutto »
Apertura iscrizioni CASA DEI BAMBINI 2021/2022 - Sono aperte le iscrizioni alla Scuola d’Infanzia “Casa dei Bambini” per l’anno 2021/2022. La scheda di iscrizione è scaricabile dal sito:  Per info e visita alla scuola: Tel. 0532.767412; mail: info@scuolacasadeibambini.it La Casa dei Bambini è gestita direttamente dalla Parrocchia della Sacra Famiglia ed è scuola paritaria.  Cucina e mensa interne.Metodo pedagogico: Montessori
VISITA E COMUNIONE AI MALATI - E’ consentita la visita ai malati a casa. Potranno confessarsi e ricevere la santa Comunione adottando le seguenti misure: il sacerdote sarà dotato di mascherina. La Comunione verrà data sulla mano. Prima e dopo aver comunicato il malato, il Ministro si sanificherà accuratamente le mani. Al termine della visita arieggiare i locali.
Avviso per i genitori dei bambini del catechismo. - I bambini che partecipano al catechismo al sabato potranno partecipare alla Santa Messa prefestiva alle 16,30. Avendo molti iscritti al catechismo domenicale saranno fatti dei turni per la partecipazione ai bambini della quarta (ore 10), quinta elementare e seconda media (11,30) alla Messa domenicale e cioè i bambini potranno partecipare alla messa domenicale delle 10… Leggi tutto »

ESTATE RAGAZZI

Sono aperte le iscrizioni a:

  •  GREST E ANCORA NOI dal 7/6 AL 30/7

VOLONTARI ADULTI CERCASI….PER IL GREST….

Abbiamo bisogno di 3/4 volontari adulti al Grest per garantire la proporzione di 1 adulto ogni 25 ragazzi. Si tratta di presenziare, vigilare, aiutare ai pasti e per qualche necessità. I nostri giovani quest’anno hanno la maturità e pertanto non potranno essere presenti nelle prime due settimane. Chiediamo la disponibilità della presenza anche solo un giorno alla settimana secondo la propria disponibilità. Il grest inizierà il 7 giugno.

Si tratta solo di presenziare, le attività e il gioco sono organizzate dai giovanissimi.

  • CAMPO ESTIVO per ragazzi, in montagna,  dal 10 al 17 luglio
  • CAMPO ESTIVO per giovanissimi e giovani, in montagna, dal 17 al 24 luglio

I CAMPI IN MONTAGNA SI TERRANNO A CASA ALPINA SACRO CUORE
CANALE D’AGORDO BL

ESTATE ADULTI
CAMPO ADULTI DAL 3 al 10 LUGLIO

In chiesa sono disponibili i depliants.