Get Adobe Flash player
Home Attività parrocchiali Pastorale PRIMI PASSI... VERSO IL NUOVO ANNO PASTORALE/6

24-Madonna-delle-Grazie-Santino-Holycard


IMG 20181001 155651

2017 0927 20052900-02-01-01.jpg. pc
Logo Missione 2018 c7331.jpg. rid





PRIMI PASSI... VERSO IL NUOVO ANNO PASTORALE/6

LA MESSA DI QUARTIERE: UN’OCCASIONE PER ESSERE INSIEME FAMIGLIA,

IL POPOLO DI DIO

 

«In ogni tempo e in ogni nazione è accetto a Dio chiunque lo teme e opera la sua giustizia. Tuttavia piacque a Dio di santificare e salvare gli uomini non individualmente e senza alcun legame tra loro, ma volle costituire di loro un popolo, che lo riconoscesse nella verità e santamente lo servisse. Si scelse quindi per sé il popolo israelita, stabilì con lui un'alleanza e lo formò progressivamente [...]. Tutto questo però avvenne in preparazione e in figura di quella nuova e perfetta Alleanza che doveva concludersi in Cristo [...] cioè la Nuova Alleanza nel suo sangue, chiamando gente dai Giudei e dalle nazioni, perché si fondesse in unità non secondo la carne, ma nello Spirito» (CCC, Pare I, Sezione II, Art. 9, Par. 2, n.781).
La messa di quartiere organizzata dalla nostra e per la nostra comunità il prossimo 23 settembre alle ore 10:00 presso il campetto tra le vie P. Lana, C. Mazza e V. Barlaam sarà un’occasione, una festa, una benedizione per i nostri bambini, gli anziani, i malati, tutte le famiglie, per tutti.
Una messa all’aperto, fuori dalle mura della nostra chiesa e prossima, invece, alle nostre case e ai nostri giardini. Un’opportunità per ritrovarci, convocati da Dio che ci invita a fare parte del suo popolo, senza distinzione, perché la salvezza è per tutti (1Tm 2,4): anche per chi si sente lontano da Dio e dalla Chiesa, per chi è timoroso o indifferente, per chi si sente “sbagliato”, per chi pensa di non poter più cambiare. Il Signore ci invita tutti a far parte di questo popolo.
Siamo da sempre parte del popolo di Dio: da quando siamo stati battezzati, da quando abbiamo ricevuto il dono della fede in Cristo, in virtù della vocazione sacerdotale di ciascuno di noi. La fede è un dono che dobbiamo alimentare e cercare di far crescere durante tutta la nostra vita nutrendoci della Parola, alla mensa del Signore, condividendo momenti di preghiera con i nostri fratelli, accogliendoci l’un l’altro, superando divisioni, rivalità, incomprensioni, egoismi e facendo vincere su tutto la legge dell’amore, della carità e del servizio verso il nostro prossimo. Il popolo di Dio realizza la sua dignità regale vivendo conformemente alla vocazione di servire, con Cristo.
Il ritrovarci tra le case e le strade del quartiere di via Bologna sarà segno di speranza, segno dell’amore di Dio che chiama tutti all’amicizia con Lui, a essere il lievito che fa fermentare tutta la pasta, il sale che dà sapore, una luce che illumina.
Essere popolo di Dio significa anche, avere una missione, la grande responsabilità, nei confronti dei nostri fratelli, di partecipare alla funzione profetica del Figlio e di collaborare alla costruzione, sulla terra, del Regno che, iniziato sulla terra da Dio stesso, deve essere ampliato fino al compimento, quando comparirà Cristo. Il fine allora è la comunione piena con il Signore, la familiarità con Lui e la gioia del suo amore senza misura, da vivere insieme.
Sentiamoci tutti invitati domenica 23 settembre: il contributo e la presenza di tutti saranno preziosi e indispensabili e faranno inevitabilmente la differenza. (Papa Francesco: cosa vuol dire essere popolo di Dio, 13.6.2013).

Caterina Villani