Get Adobe Flash player
Home Attività parrocchiali Pastorale VERSO I SACRAMENTI DELL'INIZIAZIONE CRISTIANA





2017 0927 20052900-02-01-01.jpg. pc
















VERSO I SACRAMENTI DELL'INIZIAZIONE CRISTIANA

VERSO I SACRAMENTI DELL'INIZIAZIONE CRISTIANA
...Accompagnando tre giovani alla gioia pasquale...

Questo anno la provvidenza divina ha voluto arricchire in modo del tutto nuovo il nostro cammino di preparazione alla celebrazione della Pasqua. La nostra comunità avrà la grande gioia di accompagnare all’iniziazione cristiana tre giovani che hanno risposto alla chiamata del Signore e hanno deciso di entrare a far parte del popolo Dio. Dopo l’opera dello Spirito di Dio nei loro cuori, hanno accolto generosamente il dono della conversione e si sono rivolti alla comunità dei credenti per intraprendere il cammino che li avrebbe portati al battesimo. Con il tempo di quaresima, inizia per loro l’ultima fase di preparazione in vista della celebrazione della loro iniziazione cristiana. Essi riceveranno nella solenne veglia pasquale i tre Sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucaristia; diventeranno figli di Dio e membri della comunità dei redenti. La nostra comunità ha dunque la gioia di collaborare a questa grande opera che il Signore ha iniziato in ciascuno di loro, facendosi madre che genera alla fede nuovi figli. È una grazia e una gioia che di rado le comunità cristiane hanno l’occasione di vivere!


Ogni domenica, durante tutto il tempo di Quaresima, i tre giovani verranno invitati alla nostra liturgia domenicale, e potranno partecipare ai riti e alle celebrazioni preparatorie ai sacramenti dell’iniziazione cristiana. Sarà anche per noi una grande occasione per riscoprire i tesori nascosti nella nostra adesione a Cristo per mezzo del battesimo, così da rinnovare con maggiore consapevolezza, durante la solenne veglia pasquale, le nostre promesse battesimali.

La prima domenica di quaresima, i catecumeni faranno il rito dell’elezione o dell’iscrizione del nome. Con questo rito, la Chiesa, udita la testimonianza dei padrini e dei catechisti e accogliendo il desiderio degli stessi catecumeni, decide di ammetterli ai sacramenti pasquali. I loro nomi vengono scritti nel registro degli eletti per rendere manifesto agli occhi umani il fatto che da sempre questi nomi sono scritti nel cuore di Dio e per mezzo del battesimo verranno scritti nel libro della vita.

Dopo il rito dell’elezione, comincia per i catecumeni, un percorso di purificazione spirituale in vista dei Sacramenti. Questo percorso comprende tre scrutini accompagnati da tre esorcismi. Gli scrutini e gli esorcismi tendono a purificare la mente e il cuore, a fortificare contro le tentazioni, a rettificare le intenzioni e a stimolare la volontà verso la più intima adesione Cristo e verso un sempre più fermo impegno nell’amore di Dio da parte dei catecumeni.  I tre scrutini servono a illuminare poco a poco i catecumeni sul mistero del peccato da cui ogni uomo desidera di essere redento per liberarsi dalle sue conseguenze nel presente e nel futuro. Con il rito dell’esorcismo, i catecumeni vengono liberati dalle conseguenze del peccato da ogni influsso del male, sono rinvigoriti nel loro cammino e aprono il cuore ai doni del Salvatore. Il primo scrutinio e il primo esorcismo verranno celebrati durante la liturgia della seconda domenica di quaresima.

Nella terza domenica, il secondo scrutinio e il corrispondente esorcismo verranno come sigillati dall’unzione con l’olio dei catecumeni. Questo olio viene significare che il male non avrà più presa sui nostri catecumeni; essendo unti dall’olio, segno di salvezza, scivoleranno via da qualsiasi attacco del maligno.

Nella quarta domenica, i catecumeni riceveranno le prime due consegne: la consegna del credo e del Padre Nostro. La Chiesa affida a questi catecumeni le preghiere di maggior importanza: Il simbolo di fede, con cui professa la sua fede nel suo Salvatore e il Padre Nostro, con cui si rivolge continuamente a Dio Padre. Durante la liturgia della quinta domenica, i catecumeni parteciperanno al rito dell’ultimo scrutinio e esorcismo. La domenica delle palme sarà l’occasione della celebrazione del rito dell’Effetà e della riconsegna del simbolo. Con il rito dell’Effetà della riconsegna del simbolo, le orecchie e la bocca dei catecumeni verranno purificate affinché, dopo aver ascoltato la Parola di Dio, essi possano essere in grado di professare la loro fede attraverso la testimonianza della vita. Reciteranno pubblicamente il credo, a loro precedentemente consegnato, segno che essi sono pronti a dare ragione della loro fede.

In tutte queste celebrazioni, la comunità è chiamata a collaborare all’opera della grazia di Dio, rimanendo particolarmente in comunione di preghiera e partecipando spiritualmente ad ogni tappa rinnovando la sua adesione a Cristo.

Il libretto dei riti e delle celebrazioni.