Get Adobe Flash player
Home Fogli di collegamento 2014 FOGLIO DI COLLEG dall'8 al 15 giugno '14

WhatsApp Image 2019-04-28 at 08.54.03

FOGLIO DI COLLEG dall'8 al 15 giugno '14

“CASCATA” DI LUCE, FORZA, AMORE

Siamo a Pentecoste. Già c’è aria d’estate: chiudono le scuole, qualcuno già parte per le vacanze e la parrocchia si prepara a vivere le esperienze di questo periodo, tra Grest, campi scuola e gite varie. Cambiano le attività, ma per la Chiesa non esistono tempi di vacanza. Lo Spirito Santo, che anima la Chiesa, è vitalità perenne! Ce lo ricorda la Pentecoste: lo Spirito Santo è stato, all’inizio della Chiesa, una “cascata” di luce, di forza e di amore che ha trasformato radicalmente gli Apostoli rendendoli testimoni instancabili, audaci e gioiosi del Signore risorto. Da quel giorno la Chiesa ha iniziato il suo cammino e non si è più fermata. Infatti, la Pentecoste è un dono permanente, un evento sempre in corso, una sorgente sempre zampillante nel cuore della Chiesa. Ciò che accadde allora, accade anche oggi e sempre! "Tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare". Quando lo Spirito riempie una o più persone, esse cominciano a parlare. A chi? A Dio anzitutto. Si parla a Dio in modo inaspettatamente nuovo: lo Spirito cambia il cuore, dona un cuore di figlio che si esprime nella lode al Padre. Si parla, poi, agli altri proclamando loro le grandi opere compiute da Dio. In altre lingue. Tutti quelli che ascoltano, pur di lingue e culture diverse, comprendono. Il motivo? Lo Spirito Santo trasforma i rapporti tra le persone. Quando ci si ama, ci si intende, perché lo Spirito insegna quell'unico linguaggio a tutti comprensibile, il linguaggio dell'amore. Di tanti uomini e popoli diversi lo Spirito fa una sola famiglia, la Chiesa. Ecco il miracolo che lo Spirito Santo opera: dona un modo nuovo di vivere il rapporto con Dio e con gli altri. Lui è l'Amore che unisce il Padre e il Figlio e insieme apre la loro comunione al mondo e all'umanità. E’ Lui la vita di Dio in noi. E’ Lui il regista segreto del nostro incontro con Cristo. E’ Lui la sorgente nascosta di tutto il bene, come pure di ogni ricerca e scoperta della verità. E’ Lui il grande protagonista che trasforma un cuore di pietra in un cuore di carne e può cambiare il deserto in un giardino fiorito, la terra arida in sorgenti d'acqua. E' Lui che dà la forza di resistere alle tentazioni, di andare contro corrente, di ricominciare sempre, di rimanere fedeli a Gesù. E’ Lui la "luce dei cuori" che ci fa gustare la parola di Gesù.E’ Lui che dona ai cristiani la capacità di trasmettere il Vangelo. Vieni, allora, Spirito Santo: riempi i cuori dei tuoi fedeli e accendi in essi il fuoco del tuo amore. Amen. (don Mauro)

 

FIORETTI DI MAGGIO 2014

 

UN ARRIVEDERCI COL BOTTO

Dove “botto”non sta per fuoco d’artificio, ma per il fragore del tuono con pioggia e grandine che hanno accompagnato l’ultima riunione di noi residenti della “base missionaria” di viale Boldrini e dintorni, che, durante il mese di maggio, alle ore 18, ci incontravamo per la recita del S. Rosario. Le nostre prime adunanze avvenivano“en plein air”, sotto un gazebo che, alcuni generosi cristiani, montavano e smontavano quotidianamente. Fortunatamente alla precarietà di questa situazione ha potuto ovviare la generosità di una parrocchiana, la signora Germana Benini, che, grazie anche al consenso datole dai condomini di viale Boldrini,29 , ha messo a disposizione del gruppo il proprio garage. Pertanto lì ogni sera abbiamo potuto elevare alla SS. Vergine le nostre preghiere, accompagnate dall’attenzione della mente e dalla devozione del cuore, poggiando sulla fiducia, che, grazie alla Sua intercessione, esse potessero giungere a Dio Padre, ad esaudimento delle richieste nostre e secondo le intenzioni del Papa. Non è mancato conviviale, e così la chiusura del mese mariano e l’appuntamento per l’anno prossimo sono avvenuti tra una tenerina, una “brazadela”, un bicchier di vino e quattro risate in amicizia.

 

CONTINUITA’ NEGLI ANNI

Anche quest’anno è continuata la tradizione iniziata nel 1983, della recita del S. Rosario per celebrare il fioretto Mariano in via Compagnoni. Da tre anni il gruppo è ospitato nell’ampio garage messo a disposizione dalla famiglia Bottura, che,cogliamo l’occasione per ringraziare. Il numero dei partecipanti è diminuito rispetto ai primi anni. Ora i partecipanti non superano la decina ma pregano con fervore, convinti dalle parole di Gesù “Quando due o più persone sono riunite nel mio nome, Io sono in mezzo a loro”. Alla fine del mese di maggio i partecipanti al fioretto di via Compagnoni hanno voluto fare un offerta alla parrocchia per la celebrazione di una S. Messe secondo le loro intenzioni fissata per domenica 15 giugno alle ore 10,00.

 

La Parrocchia ringrazia tutti i collaboratori delle basi missionarie che hanno dato vita a questa iniziativa nello spirito di quanto ci insegna ed invita continuamente Papa Francesco, con la frase, “Siate Aperti, Uscite e potate il Vangelo in tutto il mondo” (Altre testimonianze nei prossimi Fogli di Collegamento).

 

DOMENICA 8 GIUGNO LA PREGHIERA PER LA PACE

La Conferenza Episcopale Italiana (CEI) rilancia l'invito di Francesco: in concomitanza con l'incontro in Vaticano tra il Papa e i presidenti Shimon Peres e Mahmoud Abbas, in tutte le chiese «si preghi per la pace e per il buon esito dell'incontro».

Un invito a pregare «per la pace in Medio Oriente e per il buon esito dell’incontro di preghiera convocato in Vaticano» per domenica 8 giugno arriva dalla Conferenza episcopale italiana. Nella solennità di Pentecoste, infatti, i presidenti di Israele, Shimon Peres, e della Palestina, Mahmoud Abbas, accogliendo l’invito rivolto loro da Francesco nel suo recente viaggio in Terra Santa, si incontreranno con lui in Vaticano per un momento di preghiera comune per la pace. 

Era stato lo stesso Francesco, nell’udienza generale tenuta di ritorno dalla Terra Santa, a chiedere a tutti i fedeli di «non lasciarci soli» nella preghiera. «Voi pregate, pregate tanto - aveva detto - perché il Signore ci dia la pace, ci dia la pace in quella Terra benedetta! Conto sulle vostre preghiere». Raccogliendo questo invito, la presidenza della Cei chiede che «in tutte le chiese domenica 8 giugno, celebrando la Pentecoste, si preghi per la pace in Medio Oriente» oltre che «per il buon esito» dell’incontro convocato dal Papa in Vaticano.  

  

Adotta un seminarista

Si informano i sostenitori di “Adotta un seminarista” che è stato versato il secondo acconto di € 500,00 per il sostegno del seminarista Evaristo originario del Benin che sta seguendo gli studi presso il nostro Seminario Arcivescovile. Mentre si ringraziano tutti i sostenitori siamo a ricordare che nell’imminente periodo di dichiarazioni si possono evolvere anche i contributi per “Adotta un seminarista” con il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi con il codice 93074920385.

  

LA BENEDIZIONE ALLE FAMIGLIE NELLA LORO CASA

Chi non l’ha ricevuta, può richiederla in parrocchia telefonando allo 0532 767748 aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle12,30 e dalle 16,00 alle 19,00 il sabato dalle ore 8,30 alle 12,30